Perizia artigianale e sostenibilità ambientale: la magia dell’argilla.

Snickers Workwear - Italia

Subito dopo la laurea in architettura, Hanna Nilson sognava di contribuire a rendere il settore delle costruzioni più sostenibile. Ed è esattamente quello che è successo – ma non nel modo in cui lei si immaginava.

Ci troviamo in un’antica casa di calcare nel villaggio di Kastlösa, sull’isola di Öland, la seconda più grande della Svezia, nel Mar Baltico, proprio al largo della costa dello Småland. Nella stanza principale, Hanna Nilsson spalma l’argilla su un mattone che verrà incorporato in un tipo di camino inventato più di trent’anni fa, ma che non è mai entrato in funzione veramente.

Hanna, com’è la stufa che stai costruendo?

È un tipo di stufa inventata in Finlandia negli anni ‘90. È realizzato esclusivamente in materiali naturali: argilla, mattoni e un po’ di lana minerale. Probabilmente non c’è nessun altro tipo di camino che sfrutta l’energia della legna con la stessa efficacia. È progettato
adeguatamente, basta aggiungere legna solo una o due volte al giorno. L’energia rilasciata durante la combustione viene immagazzinata nella
massa della stufa e della canna fumaria e viene emessa per oltre 24 ore sotto forma di calore radiante.

Sembra un po’ strano che un architetto appena laureato cambi carriera così drasticamente. Cos’è successo?

Ho sempre sognato di poter fare qualcosa per rendere più sostenibile il settore delle costruzioni, magari in una professione a cavallo tra l’artistico e il manuale. E davvero costruire qualcosa di bello e funzionale comprende sia il lavoro manuale che il disegno e la progettazione. Ma non sarei mai diventata un muratore se non fosse stato per Johannes Riesterer.

”Ho scoperto l’argilla, il miglior materiale da costruzione. Regola l’umidità, è organica ed è una risorsa naturale più o meno illimitata. In questo momento non potrei immaginare niente di diverso dal costruire con l’argilla.”

Chi è? E come vi siete incontrati?

Secondo me, Johannes è il miglior costruttore in argilla della Svezia. Mi sono trovata a frequentare una delle sue conferenze quasi per caso e ho semplicemente sentito che dovevo lavorare per lui. La sua visione delle abilità artistiche e dell’approccio ecologico lungo l’intero processo costruttivo hanno fatto realmente risuonare una corda dentro di me. L’ho assillato fino a quando mi ha dato un posto di lavoro, ma non avrei mai creduto che quattro anni dopo sarei stata ancora lì!

È stato mentre lavoravi lì che hai iniziato a pensare seriamente cosa significa sostenibilità?

No, ho cominciato a pensare all’utilizzo di risorse più intelligenti, materiali organici e all’ecociclo naturale molto presto. Prima di diventare architetto ho viaggiato per un anno in tutta Europa. Ho visitato fattorie organiche e incontrato persone con una visione simile alla mia che stavano cercando un modo di vivere sensato.

In che misura l’argilla è un materiale da costruzione “sensato”?

L’argilla è fantastica da tutti i punti di vista. Costa poco, si combina facilmente con il materiale organico e non è corrosiva o allergenica. Si reperisce quasi sempre con facilità, il che significa distanze di trasporto ridotte. Praticamente ogni villaggio qui a Öland ha una cava di argilla. Di recente ho restaurato una scala proprio nel mio villaggio, Gärdslösa. Semplicemente, ho potuto disporre della stessa argilla usata per realizzare la scala 150 anni fa. Questo ti dice qualcosa sulla sostenibilità e la disponibilità del materiale.

L’ARGILLA COME MATERIALE DA COSTRUZIONE

L’argilla è uno dei materiali da costruzione più antichi del mondo. È stata utilizzata in tutte le epoche, in ogni parte del mondo, per costruire qualsiasi cosa, da umili case a castelli e palazzi. Una proporzione significativa della popolazione mondiale vive ancora in case di argilla o di terra. Intonacare le pareti con una malta a base di argilla per conferire isolamento contro gli spifferi è un metodo tradizionale adottato nei paesi nordici sin dal tempo dei vichinghi. La superficie liscia dell’argilla offre una base ideale per la tempera e per le carte da parati. La malta d’argilla si distingue da altre malte come il calcare o il cemento perché non brucia perciò, in altre parole, durante il periodo di essiccazione non si sviluppano reazioni chimiche. L’argilla perciò è idrosolubile ma anche estremamente elastica e quindi segue con facilità i movimenti che possono verificarsi a temperature elevate in una stufa. L’argilla può essere preparata in anticipo e conservata per periodi prolungati.

Vedo che stai usando l’argilla anche sulle pareti?

Preparo una malta a base di argilla contro gli spifferi e creare così un ambiente interno sano. L’intonaco di argilla stabilizza l’umidità ambientale e assorbe le particelle di polvere.

Di cosa è fatta la mistura di argilla?

Ci sono vari prodotti reperiti direttamente dalla natura: argilla, sabbia, paglia, acqua e concime di mucca o cavallo. È bello pensare che una casa di argilla lasciata andare in rovina nel tempo tornerà completamente alla natura, senza impatti negativi sull’ambiente.
Questo metodo di restauro reinventato è molto interessante nell’attuale ricerca di energia e di materiali da costruzione poco costosi e sani.

“Creare l’argilla perfetta è difficile. Il colore e la consistenza dipendono dal clima e dal tipo di argilla disponibile nella zona. L’argilla può essere di qualsiasi colore, dal bianco e giallo al rosso, azzurro, grigio, marrone e nero. È più o meno plastica e più o meno idroassorbente e la resistenza al fuoco varia. Tutte queste caratteristiche rendono ogni nuovo progetto una sfida”

Cosa pensi dell’abbigliamento da lavoro?

Voglio poter prevedere una lunga carriera come artigiano specializzato in argilla. È un lavoro duro. I vestiti devono lavorare insieme a te. Se le ginocchiere non rimangono a posto semplicemente non sono abbastanza buone; lo stesso vale per la giacca: se non calza è perchè
in realtà è una giacca da uomo di taglia piccola. E naturalmente la qualità è importantissima. Il moderno atteggiamento di buttare, anche nell’ambito dell’abbigliamento, semplicemente non è sostenibile per l’ambiente. Capi di qualità progettati per durare a lungo sono quello che io chiamo abbigliamento da lavoro sostenibile.

Hai contribuito a sviluppare per Snickers Workwear i nuovi pantaloni da lavoro AllroundWork 6701 e le giacche AllroundWork 1107, 1207 e 1367 da donna. L’azienda ha ascoltato la tua opinione?

Certamente. La comprensione che gli sviluppatori dei prodotti Snickers avevano circa le problematiche che mi trovo quotidianamente ad affrontare sul lavoro in quanto artigiana donna era evidente. È ora che qualcuno ponga l’attenzione sull’abbigliamento da lavoro progettato specificamente per le donne. E quando noi artigiani abbiamo l’opportunità di provare le cose mentre vengono sviluppate, i designer ci azzeccano subito.

Profilo di Hanna Nilsson

Hanna Nilsson ha iniziato la sua carriera come costruttrice di stufe con Johannes Riesterer, considerato uno dei principali costruttori in argilla della Svezia. Dopo un apprendistato di quattro anni ha fondato la propria azienda, HannaMurare, con l’obiettivo di focalizzarsi sulla produzione sostenibile.

Età: 33.
Famiglia:
fidanzata.
Dove vivo:
Gärdslösa, Öland.
Professione:
costruttrice in argilla, costruttrice di stufe, architetto, artista.
Sede di lavoro:
gestisce l’azienda HannaMurare, tiene corsi sulla costruzione in argilla e sulla costruzione di stufe.

Scopri di più ↓

Giacca invernale da donna

Giacca robusta e idrorepellente pensata per le donne, che mantiene il calore e facilita i movimenti. Ideale quando la temperatura precipita bruscamente.

1107 Giacca invernale AllroundWork 37.5® da donna

pantaloni da donna dalla vestibilità perfetta

Pronti a tutto. Pantaloni da donna moderni e versatili che combinano un’incredibile vestibilità con funzionalità avanzata.

6701 Pantaloni AllroundWork+ da donna con tasche esterne

Fai una domanda