Partner login

L'ebanista con un sesto senso per la qualità

Snickers Workwear - Italia

All'ebanista Arnulf Wibler piace accettare commissioni che richiedono esperienza e precisione. Va particolarmente fiero delle sue giunzioni a coda di rondine, una tecnica antica che dona a certi mobili un certo qualcosa di speciale.

Arnulf Wibler ha il suo laboratorio nel seminterrato di una casa anni '60 a Hässelby Villastad. Quando Snickers Workwear è andata a trovarlo l'ha sorpreso intento a intagliare le sue giunzioni a coda di rondine in una tavola di legno di quercia da montare sul fianco di un frigorifero da vini. E lui non è nuovo a questo tipo di lavoro. Arnulf ha cominciato a lavorare con le giunzioni a coda di rondine 17 anni fa durante il suo apprendistato in Germania. All'epoca il lavoro lo svolgeva usando sega, sgorbia e scalpello.

"La tecnica di giunzione di parti in legno tramite sagome a coda di rondine è antica e creare i tasselli manualmente è un processo complesso. Profilo e coda dei giunti devono essere attentamente calcolati e creati usando squadra e angolatore. Ogni pezzo deve essere tagliato e assemblato con estrema precisione, una deviazione anche di una frazione di millimetro soltanto non è accettabile.”'

Questo è proprio uno di quei casi in cui è evidente la grande passione per il lavoro manuale. La sensazione è la stessa quando si lavora con dei macchinari?

"Con un pantografo riesco a creare giunzioni a coda di rondine ugualmente perfette in un paio di minuti. Ma non è semplice come sembra. E anche il lavoro a macchina richiede una grande precisione di esecuzione. Perciò la risposta è sì!”

Quali sono le difficoltà?

“Per prima cosa ci vuole tempo ad imparare ad usare un pantografo. E ogni lavoro richiede attenzione e pianificazione. Ogni pezzo da realizzare deve essere segnato preventivamente altrimenti le cose possono andare subito storte. E' facile lavorare una tavola dal lato sbagliato quando la devi guidare da entrambe le estremità.”

Qual è la procedura?

“Si comincia con l'inserire un inserto in acciaio nel pantografo. Questo determina la forma della coda della giunzione. Poi si accosta il pezzo da lavorare ad un'altra tavola per evitare di spaccarlo o scheggiarlo. Infine si inserisce il pezzo nel pantografo e si lavora attentamente lungo il profilo dell'inserto in acciaio.”

Cosa bisogna tenere bene a mente?

“Che il pezzo sia fissato bene. Il pantografo è estremamente potente. Se gli si dà la velocità di taglio massima è importante dotarlo di lame di alta qualità.”

Quali sono i tipi di giunzioni esistenti?

"Le varianti sono numerose, ma la più comune è quella a forma di coda di rondine. Queste giunzioni possono essere passanti, squadrati, mezzi ciechi e scorrevoli. Solo per citare qualche esempio.”

Hai appena scartato qualche assicella di quercia, perché?

“Perché erano sbagliate di un millimetro o quasi. Invece devono essere perfette.”

Sei sempre stato così preciso?

“Sempre. Questo approccio alla qualità mi è stato trasmesso da mio padre. Possedeva tre diplomi professionali, perciò potete immaginare quanto spesso in casa si parlasse di qualità e di orgoglio professionale.”

E il cliente si accorge della differenza?

“Probabilmente raramente. Ma per me è fondamentale sentirmi fiero del mio lavoro. Anche se questo significa lavorare di più. ”

Profilo di Arnulf Wibler

Età: 40
Famiglia: sposato e con tre figli dai 4 ai 12 anni.
Quello che preferisce del suo lavoro: la ricerca dei materiali migliori. Orientare la scelta dei clienti prima di eseguire il lavoro. La sua sensibilità in fatto di forme e colori deriva dalla sua professione precedente come graphic designer.
Hobby: La cucina, il suo piatto migliore è la bistecca di manzo con tortino di patate.

Scopri di più ↓

Morbida giacca in pile con cappuccio

Giacca in pile traspirante e robusta dal look contemporaneo. Spazzolata all'interno per trattenere il calore e dotata di tasca pettorale idrorepellente con cerniera.

8041 Giacca in pile con cappuccio FlexiWork

Fai una domanda